"Sul fronte dei ricordi"

Associazione storica - Moena (Valle di Fassa)

I pascoli di Campagnacia

Il vasto altipiano erboso che si estende tra il Passo di San Pellegrino,la cresta rocciosa di Costabella, il Passo delle Selle e Punta Alochet,prende il nome di Campagnacia e viene delimitato a sud dai modesti rilievi del Sas dal Musc e di Colifon. Per tutta la durata della guerra l’altipiano, esposto e privo di ripari, rimase “terra di nessuno”, costantemente tenuto sotto tiro dalla sovrastante prima linea austriaca che si snodava sulle cime, da Punta Alochet a Cima Costabella.

Tuttavia i soldati italiani, guidati da un fuoriuscito trentino, riuscirono ad occupare, già il 18 giugno 1915, i due rilievi di Sas dal Musc e Colifon, che divennero due avamposti trincerati delle prima linea. Per garantirne il collegamento con le retrovie italiane fu necessario scavare un dedalo di trincee e mulattiere, che sono in parte ancora conservate e visitabili. Nei due avamposti i soldati italiani vivevano praticamente in caverne, per non essere esposti al tiro dei cecchini. Entrambe le postazioni, benché tanto esposte e di difficile rifornimento vennero tenute dagli italiani fino al novembre 1917, quando tutto il fronte dolomitico venne abbandonato, in seguito ai fatti di Caporetto.

Clicca sulla bussola per andare alle caratteristiche del percorso