"Sul fronte dei ricordi"

Associazione storica - Moena (Valle di Fassa)

Le trincee del  Fanch

Nella località Fanch, circa a metà della Val di San Pellegrino, correva la seconda e più robusta linea difensiva austriaca, - chiamata anche linea di resistenza - collegata ai due principali avamposti d’alta quota di Costabella e Cima Bocche.

Consisteva in un sistema di trincee molto ben costruite e munite di postazioni per fucili e mitragliatrici. Immediatamente a ridosso delle trincee che risalivano per un lungo tratto entrambi i fianchi della valle erano state poi costruite baracche ricovero per i soldati, magazzini e depositi di vario genere. A Fanch infatti la carrareccia per San Pellegrino era stata interrotta e perciò da qui dovevano partire i portatori con quanto era destinato a rifornire il fronte d’alta quota fino al Passo delle Selle.

Circa un chilometro oltre Fanch, verso est, correvano le trincee di prima linea, oggi non più visibili perché completamente interrate già negli anni 20, per rimettere a coltura i prati destinati alla produzione di foraggio. È stata comunque individuata da poco, nei pressi del “Toal de Ricoleta”, sul versante nord della valle principale, una galleria che doveva far parte di questa prima linea.

Clicca sulla bussola per andare alle caratteristiche del percorso